You are currently viewing Pavimenti per esterni: quali scegliere?

Pavimenti per esterni: quali scegliere?

Quando vi trovate ad affrontare la scelta dei vostri pavimenti per esterni dovete tenere conto di molte variabili, sia funzionali che estetiche. La veranda e il giardino sono i primi elementi ad accoglierci in un’abitazione, per questo motivo i pavimenti degli ambienti esterni devono essere funzionali e coerenti rispetto al contesto in cui vengono inseriti.

 

Caratteristiche fondamentali

Nella scelta di pavimenti per esterni dovrete sempre considerare:

  • Resistenza ai carichi
  • Resistenza agli agenti atmosferici
  • Resistenza agli sbalzi di temperatura

I pavimenti per esterni devono essere necessariamente antiscivolo, documentatevi quindi con attenzione su questo aspetto (se parliamo di piastrelle il coefficiente di scivolosità è indicato dal valore R, che dovrà essere uguale o superiore a R9). Un altro aspetto importante è la resistenza del pavimento alle muffe e la facilità nel macchiarsi, a cui segue immediatamente la semplicità di pulizia.

Fondamentale è considerare l’uso che verrà fatto della pavimentazione, in quanto i pavimenti esterni destinati al transito di veicoli devono avere una resistenza al carico elevata. Per quanto riguarda infine temperatura e clima dell’area da pavimentare, le caratteristiche fisiche del pavimento scelto dovranno essere compatibili con le condizioni peggiori di caldo o freddo estremo prevedibili nella zona.

 

Piastrelle da esterno

Le soluzioni oggi disponibili in termini di materiali per piastrelle da esterno sono varie, ma si possono individuare 3 categorie principali:

 

Gres porcellanato

Materiale ceramico resistente al gelo, ai graffi, agli urti e agli attacchi chimici, è utilizzato sia per ambienti interni che per esterni, in diverse finiture. La finitura naturale non richiede ulteriori lavorazioni come la levigatura dopo la cottura, risultando quindi in superfici antiscivolo anche in caso di ghiaccio o pioggia qualora l’indice R risulti sufficientemente alto. Le finiture strutturate o bocciardate accentuano ulteriormente le proprietà antiscivolo del materiale, sono quindi particolarmente adatte per ambienti esterni. Dal punto di vista estetico il grès offre la maggiore capacità di imitare qualsiasi tipologia di materiale, dal legno al marmo, dalla pietra grezza al tessuto: le tecnologie disponibili oggi sono in grado di produrre superfici ceramiche simili ai materiali non solo alla vista, ma anche al tatto.

 

Cotto

Il cotto è tra i materiali di più largo impiego per gli ambienti rustici, sia interni che esterni. Se utilizzato in pavimenti per esterni è importante che sia ingelivo, offrendo una buona resistenza agli sbalzi di temperatura in modo da evitare crepe o rotture. È sempre consigliabile posare il materiale a temperature superiori allo zero e inferiori ai 30°C, in modo da evitare che fenomeni di dilatazione termica possano compromettere la stabilità del pavimento nel tempo.

 

Calcestruzzo

Questo materiale è composto da graniglie colorate e cemento, spesso rinforzato da reti elettrosaldate e con fibre di polipropilene. Grazie a particolari tecnologie può essere reso simile al legno, alla pietra o al mattone, inoltre il trattamento con determinate resine lo rende antiassorbente, antipolvere e antisdrucciolo. Il calcestruzzo ha anche un’ottima resistenza agli agenti atmosferici nel tempo.

 

Pavimenti in pietra per esterni

pavimenti-per-esterni-piastrelle-da-esterno-04

La pietra naturale può valorizzare ambienti interni ed esterni dal punto di vista estetico, soprattutto grazie all’assoluta unicità delle superfici in cui è impossibile individuare forme ripetute, come invece accade nelle superfici prodotte da stampi industriali. Oltre a questo, la sua resistenza al carico la rende versatile nelle possibilità d’impiego e nella durata nel tempo. A causa della sua porosità la pietra è però più sensibile alle macchie, quindi più difficile da pulire rispetto ad altri materiali. Altra nota negativa è rappresentata dal prezzo di materiale e trasporto che, a seconda della pietra scelta, può essere più o meno elevato.

Di seguito alcune tra le pietre naturali più utilizzate per la pavimentazione:

Granito
Pietra dalla grana grossolana molto dura, caratterizzato da un’elevata resistenza al graffio e alla corrosione.

Porfido
Roccia vulcanica composta da un impasto vetroso molto resistente. La sua superficie ruvida offre un’elevata resistenza agli agenti atmosferici, per questo non necessita di manutenzione frequente.

Arenaria
Pietra facilmente lavorabile grazie alla sua composizione, spesso utilizzata per portici o bordi piscina grazie alla sua gradevole estetica ed alle proprietà antiscivolo.

Marmo
Pietra molto apprezzata nell’edilizia, soprattutto nella sua finitura levigata. Le caratteristiche venature di questo materiale sono un elemento decorativo che valorizza sia pavimenti e rivestimenti di interni, sia ambienti esterni come terrazze e balconi. Le sue caratteristiche meno apprezzate sono la porosità, l’elevata scivolosità e la scarsa resistenza al graffio.

Ardesia
Utilizzata nei pavimenti in pietra per esterni per l’estetica della superficie e l’assenza di porosità, tuttavia sensibile a carichi, urti ed agenti atmosferici: per questi motivi necessita di manutenzione continua.

 

Pavimenti in legno per esterni

pavimenti-per-esterni-piastrelle-da-esterno-02

In seguito ai trattamenti specifici necessari, il legno può essere un buon materiale nello scenario dei pavimenti per esterni. I pavimenti in legno per esterni devono essere infatti resi resistenti agli agenti atmosferici e alle variazioni di temperatura, ma una volta posati risultano tra i più piacevoli su cui camminare, specialmente a piedi scalzi, grazie alla capacità del legno di trattenere il calore. Nell’uso di pavimenti in legno per esterni deve essere data particolare importanza allo scolo delle acque, per evitare ristagni che nel tempo potrebbero compromettere le caratteristiche fisiche ed estetiche del materiale.

 

La domanda quindi è “piastrelle, pietra o legno”?
Prima di darvi una risposta analizzate lo stile scelto per la vostra abitazione, il contesto e le necessità d’uso dei vostri ambienti esterni, e scegliete con attenzione.
Se siete in cerca di un supporto la nostra consulenza è a portata di mano, vi aiuteremo a vedere in anteprima i vostri ambienti, ancora prima di realizzarli.